Aiutiamoli a Vivere

biellorussi volantinoCome conclusione del progetto si è pensato di sponsorizzare  un intervento chirurgico per  un bimbo di Dribin qui in Italia. Il bimbo si chiama Danila e subirà un’operazione alla colonna vertebrale.

Danila Balakhonau è un bambino Bielorusso di 10 anni, che proviene dalla provincia di Dribin; lui è il 3° di 5 fratelli e vive insieme ad un’altra famiglia con un suo fratello più grande “Dimitri” e ad altri 3 bambini. Danila soffre di una malformazione alla spina dorsale, ma, nonostante il suo handicap, è un bambino molto vivace, a volte spericolato.
Senza questo intervento Danila non avrà più la possibilità di camminare e in futuro sarà sicuramente costretto su una sedia a rotelle.

Speriamo che il nostro contributo possa aiutare Danila

TERMINA  L’ESPERIENZA  DI  AIUTIAMOLI  A  VIVERE

Dopo 15 anni (la prima accoglienza di bambini bielorussi provenienti dalla zona contaminata per l’esplosione della centrale atomica di Chernobyl è avvenuta nell’estate del 1999) si conclude l’iniziativa di Aiutiamoli a Vivere.

Infatti nel biennio 2015-2016 le famiglie disposte ad ospitare un bambino sarebbero state solo 5 (tra l’altro, tutte di fuori paese): un numero ben lontano da quello necessario per costituire un gruppo accompagnato da un’interprete.

E’ stata comunque un’esperienza che ci è sembrata molto bella e arricchente, non solo per i bambini bielorussi (e di riflesso, speriamo, anche per le loro famiglie, ma che ha dato molto anche a noi.

E’ vero che ci sono state a volte delle cose che non andavano bene, ma riteniamo che gli aspetti positivi siano stati di gran lunga superiori a quelli negativi. E non solo sotto il profilo materiale (alimentazione, salute, ecc.), ma anche per il richiamo a certi valori (la famiglia, la sobrietà, la fiducia, ecc.).

Un grazie vivissimo, quindi, a tutti coloro che nei modi più diversi hanno partecipato e aiutato nella realizzazione di questa iniziativa.

Cos’è il “Comitato aiutiamoli a Vivere Monticello Brianza”

Il comitato aiutiamoli a vivere Parrocchia S.Agata Monticello nasce nel 1999 dalla voglia di un gruppo di famiglie che volevano fare un’esperienza di affido temporaneo e chiedono consiglio a Don Gabriele parroco di Monticello.
E’ così che il parroco porta a conoscenza di queste famiglie la Fondazione Aiutiamoli a Vivere (AAV) e proporne loro di ospitare nel periodo estivo un gruppo di bambini bielorussi.
Per saperne di più scarica il volantino

Lascia una risposta